Archivio di dicembre 2008

Palermo Lavora SpA

sabato, 27 dicembre 2008
Puoi guardare con fiducia e ottimismo all’anno nuovo quando vivi in una città che non bada a spese pur di assicurare il servizio migliore …
Puoi guardare con fiducia e ottimismo all’anno nuovo quando vivi in una città che non bada a spese pur di assicurare il servizio migliore …

Petizione andata a buon fine

sabato, 27 dicembre 2008

La petizione nata un anno fa su internet “Chiediamo i danni a Cosa Nostra” ha raggiunto il suo obiettivo: l’ARS ha approvato il mese scorso una legge che obbliga la Regione Siciliana a costituirsi parte civile in tutti i processi di mafia. Questa è la storia di oltre 18.000 firme risultate utili.

Solare come Sicilia

martedì, 23 dicembre 2008

E’ stata avviata una raccolta di firme perchè la Regione privilegi, nel suo piano energetico prossimo al varo, il ricorso a fonti rinnovabili a cominciare dal solare a concentrazione del Nobel Carlo Rubbia. Questo è il testo della petizione:

“Il nuovo solare termodinamico ad alta temperatura, l’energia catturata dagli specchi parabolici e immagazzinata da un fluido salino, è la terza via delle rinnovabili. Una fonte pulita, perfettamente competitiva, abbondante e sicura. Basta un quadrato di tre chilometri di lato, la lunghezza di una pista di aeroporto, per ottenere la stessa energia di una centrale nucleare. E per giunta è tecnologia italiana: una ricchezza che possiamo utilizzare direttamente ed esportare”. Non è il solito ambientalista che parla, ma il premio Nobel Carlo Rubbia in una intervista del 2004 nella quale presentava il suo progetto “Archimede” per realizzare a Priolo (SR), presso la centrale dell’ENEL, un impianto da 20 MW.

Nella più assoluta indifferenza della classe politica isolana, pur capace di condizionare -allora come oggi- il Governo nazionale e mentre per il controllo di riserve petrolifere si scatenava in Iraq una guerra, l’opportunità di caratterizzare la Sicilia come luogo di produzione di energia alternativa agli idrocarburi fu persa e il progetto fu notevolmente ridimensionato. Rubbia abbandonò in seguito l’ENEA e fu chiamato dal Governo spagnolo che riconobbe al brevetto di Rubbia gli incentivi negati in Italia.

Con questa petizione chiediamo al Governo Lombardo, in procinto di varare il piano energetico regionale, di non prevedere o consentire l’insediamento in Sicilia di centrali nucleari, ma di caratterizzare la nostra isola per l’innovazione nello sfruttamento di energie da fonte rinnovabile, a cominciare dal solare termodinamico.   

Piccoli comitati o social network crescono

venerdì, 19 dicembre 2008

Nonostante la crisi sociale scoraggi ogni impegno sociale attivo, nascono e crescono ogni giorno a Palermo nuovi comitati, associazioni, social network dichiaratamente apartitici e motivati da una comune voglia di migliorare la qualità della vita urbana. Non sarà il caso di unire le loro forze sul comune denominatore pur mantenendo ciascuno un proprio e distintivo numeratore?

Vado a memoria:

www.isolepedonali.org

www.mobilitapalermo.org

www.palermodiversa.it

www.perpalermo.org

Come attirare gli investimenti stranieri in Sicilia

lunedì, 8 dicembre 2008

L’ambasciatore tedesco Michael Steiner durante la sua visita ufficiale  in Sicilia ha affermato che il movimento antiracket dei ragazzi di AddioPizzo è la migliore promozione degli investimenti e del turismo tedesco in Sicilia (Giornale di Sicilia del 5.12.2008): come dargli torto?