Progetto Quaroni, sì o no?

In una città dove si fa a gara a suggerire (solo) agli altri ciò che andrebbe fatto per migliorarne la vivibilità, suggerire alla Curia, proprietaria di un’area edificabile, di rinunciare ad un vecchio progetto per destinare l’area a verde pubblico, è un po’ come sparare alla Croce Rossa. Per questo ho trovato conforto stamattina nel leggere due articoli di segno contrario alle polemiche degli ultimi tempi, uno a firma del responsabile regionale di Italia Nostra (su Repubblica Palermo) e l’altro a firma dell’arch. Umberto Di Cristina (Giornale di Sicilia), che, con ragioni storico-architettonico-urbanistiche, hanno confermato non solo la liceità, ma anche l’opportunità della realizzazione del progetto Quaroni per cicatrizzare la vecchia ferita provocata a via Maqueda dai bombardamenti dell’ultima guerra. Cosa ne pensate?

Lascia un Commento